Approvata la legge regionale del Piemonte per l’invecchiamento attivo, istituita la giornata regionale dell’invecchiamento attivo il 22 aprile

Il Consiglio regionale del Piemonte ha approvato la proposta di legge, a prima firma Davide Bono, del M5S, Vicepresidente Commissione regionale Sanità, mirata alla promozione dell’invecchiamento attivo.

La legge prevede che venga istituita la giornata regionale dell’invecchiamento attivo il 22 aprile, giorno della nascita a Torino del premio Nobel per la Medicina Rita Levi Montalcini, scomparsa nel 2012, alla bella età di 103 anni.

La legge prevede diversi interventi: incentiva la staffetta generazionale sul luogo di lavoro per il passaggio di competenze tra le nuove generazioni; promuove tutte le azioni per il mantenimento della salute psico fisica per il mantenimento dell’autonomia in tutti gli aspetti della vita sociale; favorisce la partecipazione delle persone anziane ad attività culturali ricreative e sportive e prevede la possibilità per i Comuni di affidare a persone anziane la gestione gratuita di terreni comunali.

A 180 giorni dall’entrata in vigore della Legge la Giunta dovrà redigere il Piano per l’Invecchiamento Attivo (PIA) di durata triennale ed alla stesura potranno collaborare organizzazioni sindacali, ASL, enti gestori di servizi socio assistenziali, uffici scolastici, università e medici di medicina generale.

La legge ricorda l’importante ruolo rappresentato dalle Università delle Tre Età, capillarmente diffuse sul territorio, le quali necessiterebbero di maggiori risorse e di un censimento completo regionale.

Lascia un commento